359 utenti hanno letto questo articolo

Bentornati a un nuovo articolo per la rubrica “Cinema Tips” curata dal sottoscritto, Lorenzo Simonini, per Toscana Today. Questa settimana ho deciso di concedermi una piccola variazione per quanto riguarda il consiglio. Non parlerò, infatti, di una pellicola cinematografica, ma di un prodotto per la televisione, nello specifico di una serie animata di cui sono rimasto molto colpito e affascinato per gli obiettivi che si pone e per la cura sia dei contenuti che dell’estetica. Sto parlando del cartone animato “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa”. È un cartone animato dalla forte valenza pedagogica pensato principalmente per la fascia d’età dai 2 ai 6 anni, ma che secondo me è piacevole da seguire anche per chi è più grande o addirittura, come nel mio caso, già “adulto”. Si tratta di un cartone che non vuole porre alcuna barriera e che fa leva sul tema, sempre delicato e attuale, dell’inclusione: ogni particolare del cartone vuole promuovere l’educazione al rispetto dell’altro, ciascuno con le proprie differenze. È servito un lavoro molto scrupoloso che Rai Ragazzi e la società di produzione Animundi, insieme a una squadra di esperti ha portato avanti per dare vita al cosiddetto “Cartoon Able”, un prodotto pensato per promuovere l’inclusività tra i piccoli spettatori, i quali apprenderanno e comprenderanno la naturalezza di accogliere qualunque diversità. A livello estetico, chiaramente, il cartone animato segue una tecnica che prevede linguaggio semplice e tempi narrativi calibrati e versatili, oltre che l’utilizzo della LIS, la Lingua Italiana dei Segni. In più la grafica, i colori, i disegni e le forme sono elaborati appositamente seguendo le nuove ricerche neuroestetiche che aiutato l’attivazione di specifiche aree del cervello. La serie prevede piccoli episodi da sei minuti e narra le avventure di due fratellini, Lampadino e Caramella, e dei loro amici animali che vivono nel MagiRegno degli Zampa. Inutile dire che il progetto ha avuto il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e tanti sono i personaggi che hanno attivamente sostenuto il progetto: Renato Balestra, Sabrina Brazzo, Giovanni Allevi, Raul Cremona, Vladimir Luxuria e tanti altri. Insomma, una visione consigliata per tutti i vostri piccoli, ma che trovo perfettamente adatta anche a noi “grandi” che, purtroppo, troppo spesso ci dimentichiamo di accettare totalmente le differenze del prossimo e invece bisognerebbe imparare ad amare un po’ di più e ad accettare tutti, senza alcuna distinzione. La serie va in onda televisiva su Rai Yoyo (canale 43) tutti i giorni alle 16:50 con un doppio episodio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.