668 utenti hanno letto questo articolo

Due sagaci e scrupolosi investigatori della squadra mobile di Torino indagano su un caso di omicidio e rapimento a discapito di due donne, apparentemente diverse una dall’altra ma in balìa degli stessi insospettabili aguzzini. Tra le serrate mura dell’infausto manicomio di Collegno le vittime e i carnefici si confondono e avvicendano, trascinando il lettore nella realtà sfuggente e fallace delle menti psicotiche.

3 commenti
  1. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Conosco questo libro, mi è piaciuto fina dalle prime pagine. La trama psicologica mi ha appassionato tanto da farmi vestire i panni dell’investigatore e cercare con gli indizi che dava la scrittrice il colpevole , tra l’altro devo dire difficile da intuire. Solo nelle ultime pagine si avrà la certezza del colpevole. Lo consiglio come lettura.

    Rispondi
  2. Giovanni
    Giovanni dice:

    Ho letto questo romanzo.
    È un capolavoro.
    Denota una grande sensibilità e una profonda conoscenza dell’animo umano.
    Inoltre l’autrice sa come scrivere e tiene il lettore incollato alla lettura finché non ha terminato

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.