881 utenti hanno letto questo articolo

L’autrice ha un problema e per venirne a capo si crea un personaggio con un analogo problema. Anche quest’ultimo per lo stesso motivo decide di fare altrettanto. La sequenza continua e si arricchisce di nuovi personaggi, anche più d’uno alla volta, come una sorta di invenzione a più voci, o, per rimanere in ambito musicale, di tema e variazioni. A volte si susseguono, ancor più spesso si intrecciano, analogamente i personaggi s’incontrano e intessono una storia tra loro. Di qui il titolo “Ologramma”, che rende l’idea di questa stesura compositiva, a cui, tra l’altro, si ispira un brano musicale composto dalla stessa autrice. Realtà e finzione risultano fuse, ma costituiscono anche la chiave di volta dell’intreccio e, in definitiva, del suo male, che non le dà tregua. L’uomo cerca disperatamente una soluzione alle sue angosce, combatte contro se stesso e si sente allo sbando. Il caso, la quotidianità, le difficoltà della vita, senza chiedergli il permesso, provvedono ad intervenire e a segnare irrimediabilmente il suo destino.

Qualche approfondimento a latere

Il romanzo è collegato al progetto editoriale musicale “Pour jouer – Virtuoso Piano Works” inciso di recente per l’etichetta discografica giapponese Da Vinci Classics di Osaka, essendovi inclusa l’omonima composizione musicale, intitolata, per l’appunto, Ologramma – Tema, 17 Variazioni, Finale con Improvvisazione.

Struttura e costruzione armonica della musica e struttura del romanzo coincidono essendo entrambe basate sul principio musicale del Tema e Variazione, in questo caso con un Finale a sorpresa,  sia nella composizione musicale sia nel romanzo: nel brano musicale si realizza attraverso l’estemporaneità dell’improvvisazione  che, non essendo fissata per iscritto sullo spartito, varia di volta in volta ed è lasciata alla libertà creativa del momento; allo stesso modo, nel romanzo Ologramma. Sette vite per non morire la narrazione viene lasciata insoluta ovvero aperta ai mille orizzonti degli eventi, al destino, al caso.

Si tratta di un filone, quello musica-narrativa, che Maria Gabriella Mariani porta avanti da tempo e che caratterizza buona parte dei suoi lavori dal 2008. In particolare quest’ultimo libro si basa su un accadimento che potremmo per certi aspetti definire “sociale” perché più diffuso di quanto si pensi: si tratta di quei mali della mente e dell’anima da cui è difficile uscire e che ha trasformato in modo assai marcato il suo rapporto con il fumo (dopo il romanzo ha smesso definitivamente di fumare), con la musica, con la vita.

Maria Gabriella Mariani – note biografiche dell’autore

Ha scritto una quarantina di racconti 8 romanzi, pubblicandone ad oggi 4: Ologramma. Sette vite per non morire (Guida 2019) Riflessi. Storia di storie senza storia (Tullio Pironti, 2014), Consonanze imperfette (Zecchini 2010),  Presenze (Sovera Armando, 2008).  Essendo anche una musicista, i suoi racconti e romanzi sono spesso collegati a sue musiche incise e pubblicate in altrettanti e spesso premiati CD: “Riflessi” (Bongiovanni, 2014) -Premio Artistico-Letterario Internazionale “Maria Cumani Quasimodo 2017”; CD “Pour Jouer / Ologramma” (Da Vinci, Osaka 2018) – Global Music Awards Los Angeles 2018;  CD “Consonanze imperfette”  – Global Music Awards, USA 2017, etc. 

Il romanzo Ologramma. Sette vite per non morire di recente (settembre 2020) è risultato II classificato al Concorso Nazionale di Letteratura e Poesia “Argentario” 2020; è stato indicato nella rosa dei finalisti al Concorso Letterario “Città di Castello” e si attendono eventuali ulteriori risvolti. 

Altrettanto dicasi per altri premi letterari ancora in corso, a cui è stato inviato.

I suoi libri, talvolta anche in sede di performance letterarie musicali, sono stati presentati con successo in tutta Italia nel circuito Feltrinelli Libri & Musica, alla Biblioteca Nazionale V. Emanuele III Napoli, al  Teatro San Carlo, al Ravello Festival, al Festival letterario “Poietika” / Fondazione Molise Cultura, Centro Caprense “Ignazio Cerio”, presso Edison Bookstore Pescara, a Villa Litta Milano – col Patrocinio del Comune di Milano.

E’ stata ospite presso trasmissioni di rubriche di settore alla  RAI nazionale,  Rai Tre Campania, Rai Tre Abruzzo, Rai Tre Molise, RAI RADIO 3, a Lugano  per RSI.ch – Radio Televisione Svizzera Italiana, Museo del Violino di Cremona, a TV Cremona / “Ore 12” , TV9 Mattina, Radio Popolare, Radio Vaticana, Radio Classica – Network di Class Editori Milano, etc.

Ha partecipato alle Fiere del libro di: Francoforte, di Torino, Lungomare di Ostia, Più libri più liberi di Roma.

Tradotti in tedesco sono stati oggetto di performance di letteratura da parte di attori tedeschi, a seguito di progetti realizzati in collaborazione con Campus e istituzioni universitarie della Germania (SeeCampus Dresda, Schwarsheide -Niederslausitz, etc) .

Recensioni lusinghiere dei suoi libri da parte di esimi critici letterari sono uscite sulla Terza Pagina di quotidiani, mensili e riviste italiani  (Il Mattino, La Gazzetta di Parma, Il Corriere del Mezzogiorno, il Roma, la Repubblica,  Cremona Oggi, Succede Oggi, Donna Moderna, Amadeus, Musica, Il Giornale della Musica, Terza Pagina Sovera, etc) e su riviste letterarie; diversi addetti ai lavori di rilievo nazionale hanno mostrato notevole interesse scrivendo sulle peculiarità della sua scrittura e sull’originalità delle tematiche trattate.               

Affermata concertista napoletana dall’età di 13 anni ha vinto 16 prestigiosi concorsi nazionali e internazionali, il Premio del Senato della Repubblica Italiana, 5 “Global Music Awards” in USA e nel 2018 Premio “Napoli per l’Eccellenza – Civicrazia”assieme allo scienziato Telethon Andrea Ballabio.

Allo stesso tempo ha conseguito le lauree in Lettere  (con pubblicazione della tesi “Schumann. Pensiero e Fantasia – Gentile Editore) e in Scienze Politiche e alcuni master post universitari.

Docente di ruolo nei Licei a seguito di idoneità di concorso, ha scelto da sempre di non insegnare musica in conservatorio, ma materie letterarie.

Ricerche multidisciplinari

Dall’98 al 2013 ha collaborato con diverse Università italiane pubblicando contributi scientifici di letteratura e musica /arte / architettura, per Alinea, ESI, La Scuola di Pitagora.

Tra il 2009 e il 2010, su invito dell’INFN_Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ha pubblicato contributi in lingua inglese di musica e fisica quantistica (Ed. Nova Science Publisher).

QUALCHE LINK

  • https://www.youtube.com/watch?v=QtrtkrF7UrY ( I PARTE presentazione dell’opera RIFLESSI  – Il passato che verrà – Biblioteca V. E. III Napoli , 23 marzo 2015 – con V. Valitutto, M.Giancaspro,  N. Daniele, E. Corsi, O. Zerlenga, L. Valente)
  • https://youtu.be/2DjVLL4AEbw ( II PARTE presentazione dell’opera RIFLESSI  – Il passato che verrà – Biblioteca V. E. III Napoli, 23 marzo 2015)
  • https://youtu.be/AYay8j3Toe0 (estratto Feltrinelli Rimini  presentazione di RIFLESSI – con lo scrittore, saggista, compositore e direttore d’orchestra Alessandro Zignani)
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.