836 utenti hanno letto questo articolo

Dopo i crimini contro l’umanità del comunismo e del nazismo, ci tocca registrare i crimini contro l’intelligenza da parte del cretinismo politicamente corretto. L’ultima bestialità proviene dall’università inglese Northampton, che ha inserito nella lista nera dei libri “pericolosi” nientemeno che il capolavoro di George Orwell: “1984”. Trattandosi del testo che denuncia gli orrori del totalitarismo, c’è da temere che l’ideologia del politicamente corretto sia l’anticamera di un’ edificanda mostruosa dittatura.