446 utenti hanno letto questo articolo

Grazie alla Nato, a Biden, alla Ue, la Russia è ormai definitivamente legata alla Cina di Xi Jinping. L’intervento in Ucraina non sarebbe stato possibile senza il via libera di Pechino, che, da parte sua, si appresta ad inglobare Taiwan. Il geniale e diabolico programma del kgb-man Jurij Andropov (regime poliziesco + ipercapitalismo= dominio del mondo)si sta realizzando. L’Occidente che strilla per Kiev è, tuttavia, in ginocchio, come tanti italioti, davanti alla Cina comunista, la vera cabina di regia del neoimperialismo.