1,703 utenti hanno letto questo articolo

Il 6 aprile 2019, presso l’Auditorio del Collegio san Giuseppe di Torino si è svolto il convegno patrocinato dal Centro Pannnunzio e intitolato “il cibo all’alba del millennio”

Poiché di cibo se ne parla e se ne vede anche troppo, sovente a sproposito, si è sentita la necessità di organizzare un incontro divulgativo in cui i relatori hanno spiegato e fatto luce su alcuni argomenti legati al cibo..

Il Centro Pannunzio e il Magazine online “Nel Futuro” con questa giornata di approfondimento hanno voluto affrontare l’argomento sul piano storico e scientifico.

Sabato 6 Aprile, nellasala convegni del Collegio S. Giseppe a Torino, alla presenza di un folto e attento pubblico, l’argomento è stato trattato da prestigiosi relatori.

Dopo i saluti del Presidente del Parlamento Regionale, e i saluti degli organizzatori, hanno preso la parola: Elisabetta Cocito dell’Accademia della cucina Italiana che ha inquadrato la figura di Mario Soldati che fu Presidente del Pannunzio, quale primo vero divulgatore della materia. Mara Antonaccio, che tra l’altro è l’autrice del libro “Il cibo del terzo millennio” ha parlato in qualità di dietologa degli estremismi alimentari. L’antropologa Laura Bonato, ha inquadrato il cibo nella storia dell’uomo e Tito Giraudo con “L’arte del cibo” ha tracciato un percorso storico della ristorazione dal dopo guerra a oggi. In sostituzione di Valentino Castellani che non ha potuto partecipare per problemi di salute sul rapporto cibo e città, è intervenuto il Professor Danzero di Unito.

Nella sessione pomeridiana, la psicologa Anna Maria Pacilli, ha parlato dei disturbi alimentari con particolare riferimento all’anoressia e alla Bulimia, mentre Maurizio Merlo scrittore, ha parlato dell’identità culturale e dei flussi migratori in relazione al cibo.

E’ stata poi la volta della scrittrice Bruna Bertolo, autrice di numerosi libri di taglio storico sul cibo che ha parlato della “Cucina del Risorgimento”. Federico Torrielli studente di Informatica, con “Cibo e Intelligenza artificiale”, ha tratteggiato come gli algoritmi siano entrati nell’Industria alimentare. Andrea Bruno esperto di cinema, ha parlato del cibo come simbolismo cinematografico, presentando spezzoni de: “Il Pranzo di Babette” e del cinema di Alfred Hitchcock. Ha chiuso la giornata il giornalista Guido Barosio con “L’era degli chef, tra mito e visibilità”, una cavalcata su come  i media televisivi per ragioni di audience, cavalchino il tema.

Nell’intervallo, i ragazzi della scuola alberghiera …….. di Rivoli hanno servito il lunch preparato dai numerosi sponsor la manifestazione.