1,394 utenti hanno letto questo articolo

Quello che sta accadendo in queste ore a Kabul avrà delle gravissime ripercussioni politiche , storicamente molto rilevanti,  non solo nel mondo occidentale, potremmo dire  direttamente a casa nostra. I talebani anche per la vigliaccheria  e la mancanza di visione politica degli USA, della UE, ormai irrilevante, della Russia stanno riprendendo  il totale sopravvento nell’Afghanistan. Il ritiro degli USA è una scelta scellerata che porterà gravissimi danni  assolutamente non messi in conto . Ha scritto lo storico Marco Cammi che ha sintetizzato in poche battute la svolta storica che annienta vent’anni di guerra e rende vano il sacrificio dei nostri Carabinieri a Nassiriya: “I talebani stanno trattando con la Cina, che li appoggia.  Gli effetti di questo disastro politico, prima ancora che militare, dopo l’abbandono dei Curdi alle vendette incrociate di Assad ed Erdogan, rappresenta un fallimento epocale per l’Occidente.  L’Europa, con la sua politica di zucchero filato, è sempre più evanescente. Chi potrà più fidarsi di paesi opportunisti, con una visione dei fatti che non arriva alla settimana successiva?” Non si tratta solo di un ritorno al Medio Evo per le popolazioni oppresse da gente fanatica e barbara, avremo uno Stato pronto ad addestrare nuovi terroristi da sguinzagliare in giro .Avremo donne totalmente soggiogate a modi di vita islamici che le umiliano e le azzerano. Molti afghani che hanno collaborato con il nuovo regime che voleva portare la democrazia in quelle terre maledette, saranno ammazzati, anzi giustiziati. La politica estera italiana per quel pochissimo che conta si è fatta sentire solo sulle modalità di chiudere l’ambasciata in fretta e furia . La politica di Biden si rivela peggiore di quella folle del  suo inetto predecessore  e si allinea a quella irresponsabile di Obama,  incredibilmente premio Nobel per la pace all’esordio del mandato che in politica estera di è rivelato devastante. l’America nel suo insieme si rivela non adeguata al suo ruolo di grande potenza, lasciando di fatto alla Cina un ruolo egemone in Estremo Oriente. Il ritorno dei talebani è una notizia da incubo che rivela la inadeguatezza del presidente americano incapace di comprendere i problemi delicatissimi che ha innescato il suo agire superficiale e irresponsabile. In tempi di COVID un nuovo terrorismo può davvero essere mortale per tutti i paesi. E’ una vittoria dell’Islam più radicale con tutte le conseguenze drammatiche che ciò comporta .  La minaccia dell’ Isis è sulla porta di casa. In queste decine d’anni utilizzati a combattere contro di loro, i talebani sono diventati il sinonimo dell’ intolleranza e della violenza più cieca. Si sta avverando la profezia di Oriana Fallaci che molti di noi avevamo  considerato troppo pessimistica . Il futuro dell’Europa laica e cristiana è compromessa . Gli storici dovranno scrivere di una pagina nera paragonabile al COVID della politica estera . Forse molti non sono neppure consapevoli dell’errore storico commesso .