1,012 utenti hanno letto questo articolo

Oggi TORINO CRONACA dedica due pagine alla crisi del nostro Aeroporto. Se lo prendete noterete il diverso approccio al tema . C’è chi si lamenta di essere dimenticati da Alitalia non riuscendo a capire che è l’Aeroporto che deve dimostrarsi interessante per le compagnie aeree. C’è chi punta a collegamenti turistici stagionali (Lo Russo).
Comune e Regione che ne erano azionisti lo hanno (Fassino) affidato a un ex deputato del PCI o (Apoendino, Regione) venduto le quote per far cassa dimenticando che l’aeroporto è uno degli asset importanti per la economia cittadina e regionale. All’azionista  privato che chiede aiuti e che gestisce gli aeroporti di Milano, Bologna etc Comune, Regione e S.Paolo e Ministero (se Torino contasse qualcosa)dovrebbero chiedere un piano complessivo nel quale ci sia la valorizzazione di Caselle che sia almeno collegato a tutte le Capitali europee e ai Paesi con cui commercializziamo. Ecco un motivo per presentare una Lista che abbia un vero programma di rilancio.
Buona domenica, Mino Giachino (SITAV SILAVORO per Torino)