149 utenti hanno letto questo articolo

Giuseppe Conte è talmente saccente, come tutti gli ignoranti militanti, da predicare il dialogo con i talebani. Se avesse ricevuto una scolarizzazione, tale da fargli azzeccare i congiuntivi e, soprattutto, di fargli conoscere un po’ di Storia, ricorderebbe il precedente del cretino Neville Chamberlain, massimo fautore del “dialogo” con Hitler, che si era appena pappato l’Austria. La linea del deficiente premier britannico condusse, nel 1938, al nefasto patto di Monaco, che legittimò l’imperialismo nazista. Hitler si sentì autorizzato a occupare Boemia e la Moravia e, quindi, la Polonia. Il “dialogo”, insomma, produsse la seconda guerra mondiale e la Shoah.

Giuseppe Conte, tipico cattedratico che ignora…