781 utenti hanno letto questo articolo

Abbracci e baci sulle guance sono gesti ai quali non possiamo rinunciare. Sostituiscono la stretta di mano, se non si tratta di un incontro formale o con persone che si conoscono superficialmente. Con la pandemia non ancora debellata, chissà quando ritorneremo a comportarci “normalmente”. Gli ultimi dati sono incoraggianti, grazie ai vaccini, e lasciano ben sperare per il futuro. Gli esperti ci consigliano comportamenti responsabili: per strada, dove le distanze devono essere sempre mantenute, e a maggior ragione nei luoghi di lavoro. Dove gli spazi sono limitati, elementari regole di prudenza ci costringono a igienizzare sovente le mani. Evitando il più possibile incontri ravvicinati. Ma è soprattutto in ambienti chiusi o ristretti che il Bon Ton subisce profonde trasformazioni. Dobbiamo, per esempio, rinunciare a consumare i pasti in ufficio. Perché pretendere la disinfestazione nei bar e nei ristoranti e non applicarla con estremo rigore alla nostra scrivania? Meglio uscire e consumare un panino in un luogo all’aperto. Dobbiamo avere cura di igienizzare tutte le superfici dei mobili e le sale d’attesa.  Dobbiamo rinunciare a presentarci al lavoro malati: tossire o soffiare il naso in continuazione crea un giustificato allarme tra i colleghi: sarà solo raffreddore? Per fortuna ci viene in soccorso lo smart working. Dobbiamo limitare le telefonate personali e in ogni caso l’uso della mascherina ci costringe a parlare con un tono di voce più alto: nelle videochiamate è stato dimostrato che sale addirittura del 15%. Cerchiamo di non urlare: ne va di mezzo la nostra, e altrui, privacy. Dobbiamo evitare troppi spostamenti tra gli uffici: annunciarsi è d’obbligo. In molte aziende è prassi premiare i dipendenti con benefit: buoni per la spesa o per il fitness. Confidiamo nel senso civico di tutti: per ritornare presto alle antiche abitudini, e ai piccoli vantaggi che ci vengono offerti dal datore di lavoro. Troppe rinunce ci portano ad una crisi di nervi? Riserviamo una parte del nostro budget a sedute con lo psicologo. Sono sicuramente soldi ben spesi, che ci garantiscono una vita più rilassata.

Marziano Magliola